Trentinoappartamenti

Trentinoappartamenti

SCARICA DURC DA SITO INAIL

Posted on Author Faugis Posted in Antivirus


    Contents
  1. Durc online (DOL) – Circolari Inps e Inail
  2. Durc On Line: a cosa serve e qual è la procedura per richiederlo?
  3. Menu di navigazione
  4. Come richiedere il Durc online

Accedi ai servizi del Durc online e scopri tutte le informazioni su come richiedere il Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, al fine di migliorare il servizio “Durc On Line”, indicando il codice fiscale del soggetto da verificare e. Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, al fine di migliorare l'esperienza di Gestione del Rapporto Assicurativo > Assistenza Servizi Online > DURC Se in base ai nuovi requisiti stabiliti dal decreto il soggetto è regolare per gli enti​. Operativo dal primo luglio il nuovo servizio "Durc On Line" predisposto da Inps e Ina. Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, al fine di migliorare è operativo il servizio "Durc On Line" in trentinoappartamenti.info e in trentinoappartamenti.info (d.m. La richiesta DURC online può essere effettuata comodamente da casa: è sufficiente la Come richiedere il DURC online dal sito INAIL?

Nome: durc da sito inail
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file: 68.26 MB

Se la procedura non fornisce in tempo reale un esito di regolarità, ciascuno degli enti provvede a trasmettere tramite PEC all'interessato o al soggetto da esso delegato l'invito a regolarizzare entro un termine non superiore a 15 giorni dalla notifica dell'invito medesimo. Per tutto il medesimo periodo è inibita la possibilità di attivare una nuova interrogazione per lo stesso codice fiscale. Il Durc online è liberamente consultabile oltre che dal soggetto che lo ha richiesto anche da chiunque vi abbia interesse.

I Documenti annullati sono pubblicati in apposita sezione del servizio Durc online allo scopo di rendere disponibili i medesimi ai richiedenti e a chiunque, avendone interesse, abbia consultato il servizio. La disponibilità dell'esito è comunicata all'indirizzo PEC registrato dal richiedente nel sistema nella fase di accesso al servizio Durc online.

L'impresa o il lavoratore autonomo accedono in relazione alla propria posizione contributiva, ovvero delegano l'adempimento a chiunque vi abbia interesse. Le banche o gli intermediari finanziari accedono, previa delega del soggetto titolare del credito, in relazione alle cessioni dei crediti certificati.

Si tratta quindi di una dichiarazione di conformità riguardo a obblighi contrattuali come quelli contributivi e previdenziali. Il Durc va richiesto unicamente online, tramite portali Inps o Inail. Ecco tutte le informazioni necessarie per approfondire la conoscenza di tale documento e capire come richiederlo. Possono effettuare la verifica di regolarità le imprese, i lavoratori autonomi e, su loro delega, chiunque ne abbia interesse, ma anche gli enti aggiudicatori e le stazioni appaltanti, la Soa che ha il compito di verificare gli elementi di qualificazione di chi esegue lavori pubblici, le Pa procedenti e concedenti, le banche e gli intermediari delegati dal soggetto titolare del credito.

La verifica di regolarità viene svolta nei confronti di coloro ai quali è richiesto il possesso del Durc, cioè il datore di lavoro, relativamente a tutti i rapporti di lavoro subordinato e autonomo. Soggetti abilitati alla verifica di regolarità contributiva art. Requisiti di regolarità contributiva art.

La regolarità contributiva La regolarità sussiste, inoltre, in presenza di uno scostamento non grave tra le somme dovute e quelle versate, con riferimento a ciascun Istituto previdenziale ed a ciascuna Cassa edile. In tal caso i sistemi generano un documento denominato Durc On Line. Se, invece, per il soggetto di cui si deve verificare la regolarità è stato già emesso un Durc On Line in corso di validità, il servizio rinvia allo stesso documento.

Guarda questo:CELLA LIPO SCARICARE

Al termine della verifica sarà prodotto un documento in Pdf, che riporterà i dati del soggetto su cui si è fatta la verifica: denominazione o ragione sociale, codice fiscale, iscrizione a Inps, Inail o Casse. Delega per Durc online I soggetti interessati possono avvalersi di intermediari per svolgere la procedura di verifica al fine di ottenere il Durc online.

In particolare, banche e intermediari finanziari necessitano della delega del soggetto titolare del credito: occorre un atto prodotto dal soggetto delegante che gli intermediari dovranno conservare. Anche i consulenti del lavoro possono svolgere la funzione di delegati intermediari dei soggetti interessati, e dunque condurre la procedura di verifica di regolarità ai fini di ottenere il Durc online.

Per quanto concerne la definizione di lavori in economia, in base alla citata Lettera-circolare n.

Durc online (DOL) – Circolari Inps e Inail

Per cui se i lavori edili vengono svolti da privati questi sono in economia e quindi esenti dalla presentazione del DURC, se gli stessi lavori sono svolti da imprese queste devono presentare il DURC. In data 26 luglio è stata sottoscritta la Circolare che rende operativa la nuova procedura. Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, con la comunicazione del 12 luglio , Prot. Testo congiunto approvato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali con nota prot.

Il decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze e, per i profili di competenza, con il Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione, sentiti I.

Sarà inoltre possibile utilizzare un DURC ancora valido, sebbene richiesto da altri soggetti, scaricabile liberamente da Internet. Il testo del decreto edel suo allegato viene riportato nei Riferimenti normativi. Sono abilitati ad effettuare la verifica di regolarità contributiva, in relazione alle finalità per le quali è richiesto il possesso del DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva ai sensi della vigente normativa: a le amministrazioni aggiudicatrici, gli organismi di diritto pubblico, gli enti aggiudicatori, i soggetti aggiudicatori e stazioni appaltanti; b gli Organismi di attestazione SOA; c le amministrazioni pubbliche concedenti; d le amministrazioni pubbliche procedenti, i concessionari ed i gestori di pubblici servizi; e l'impresa o il lavoratore autonomo in relazione alla propria posizione contributiva o, previa delega dell'impresa o del lavoratore autonomo medesimo, chiunque vi abbia interesse; f le banche o gli intermediari finanziari, previa delega da parte del soggetto titolare del credito, in relazione alle cessioni dei crediti certificati.

La verifica è attivata dai soggetti abilitati, in possesso di specifiche credenziali, tramite un'unica interrogazione negli archivi dell'INPS, dell'INAIL e delle Casse edili che, anche in cooperazione applicativa, operano in integrazione e riconoscimento reciproco, indicando esclusivamente il codice fiscale del soggetto da verificare.

La circolare fornisce i primi chiarimenti di carattere interpretativo necessari per una corretta applicazione. Il testo della circolare viene riportato nei Riferimenti normativi. Soggetti abilitati alla verifica della regolarità contributiva In attesa delle implementazioni informatiche, i soggetti delegati sono esclusi dalla possibilità di avviare la verifica della regolarità contributiva, mentre possono effettuarla i soggetti delegati ai sensi dell'art. Requisiti di regolarità La regolarità in tempo reale riguarda i pagamenti dovuti scaduti fino all'ultimo giorno del secondo mese antecedente a quello in cui la verifica è effettuata.

La verifica sarà effettuata inserendo il codice fiscale del soggetto.

Per il rilascio del DURC è necessario comunque che la regolarizzazione avvenga prima del trentesimo giorno dalla data della prima richiesta. Il documento ha validità di giorni dalla data di effettuazione della verifica. La circolare affronta le problematiche inerenti il rilascio del DURC in caso di procedure concorsuali art. Nelle due circolari vengono esaminati in dettaglio i punti salienti del D.

Soggetti abilitati alla verifica di regolarità contributiva artt. Modalità di verifica della regolarità contributiva artt.

Durc On Line: a cosa serve e qual è la procedura per richiederlo?

Requisiti di regolarità contributiva art. Procedure concorsuali art. Contenuto del Durc On Line art. Cause ostative alla regolarità art. Norme di coordinamento art. Il testo delle due circolari viene riportato nei Riferimenti normativi. A tale scopo sono state create tre nuove categorie di soggetti: Armatore; Raccomandatario; Intermediario settore navigazione. INPS - Messaggio n.

Menu di navigazione

Rilascio versione 4. Questo nuovo modello, adottato a seguito delle modifiche introdotte con il D. Il modello reso disponibile è in formato pdf compilabile. Il consolidamento del sistema ha consentito, in attuazione di quanto già anticipato con il messaggio n.

Con successivo messaggio, saranno fornite le necessarie istruzioni per il corretto utilizzo delle funzionalità che verranno implementate nella procedura durc on line. Il testo del messaggio viene riportato nei Riferimenti normativi. Il testo del decreto viene riportato nei Riferimenti normativi. La circolare prende in esame le modifiche apportate al D. Le modifiche sono state successivamente illustrate dal ministero del lavoro e delle politiche sociali nella circolare 2 novembre , n.

La normativa descritta si applica alle nuove richieste di regolarità contributiva e a quelle in istruttoria alla data della presente circolare.

Il testo della circolare viene riportata nei Riferimenti normativi. Se vuoi scaricare il testo della Schema di convensione, clicca QUI. Da tener presente che, a norma dell'art. Le imprese agricole interessate al DURC per gli usi dettati dal nuovo disposto normativo sono le aziende agricole assuntrici di manodopera e i lavoratori autonomi del settore, a condizione che assumano manodopera dipendente.

Le novità introdotte dalla legge finanziaria Il DURC, già operante per il settore dell'edilizia, sia in occasione di appalti pubblici che nell'edilizia privata ai fini delle licenze amministrative, con l'articolo 1, comma , della legge finanziaria , verrà esteso anche ai fini del riconoscimento dei benefici normativi e contributivi previsti dalla normativa in materia di lavoro e legislazione sociale.

Comma - [Documento unico di regolarità contributiva] Con decreto del Ministro del lavoro e della previdenza sociale, sentiti gli istituti previdenziali interessati e le parti sociali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, da emanare entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono definite le modalità di rilascio, i contenuti analitici del documento unico di regolarità contributiva di cui al comma , nonché le tipologie di pregresse irregolarità di natura previdenziale ed in materia di tutela delle condizioni di lavoro da non considerare ostative al rilascio del documento medesimo.

Come richiedere il Durc online

In attesa dell'entrata in vigore del decreto di cui al presente comma sono fatte salve le vigenti disposizioni speciali in materia di certificazione di regolarità contributiva nei settori dell'edilizia e dell'agricoltura.

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto che dà attuazione alle novità introdotte dalla legge finanziaria Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. Tale decreto dà attuazione a quanto previsto dal comma e seguenti, articolo 1 della Legge n.

Il DURC sarà richiesto ai datori di lavoro per fruire dei benefici normativi e contributivi, ma anche delle sovvenzioni previste dalla disciplina comunitaria. Ora che il decreto è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il quadro è completo ed emerge l'ampia portata della disposizione.


Ultimi articoli