Trentinoappartamenti

Trentinoappartamenti

DRIVER MONITOR FLATRON 775FT LG SCARICARE

Posted on Author Fenrijind Posted in Internet


    Contents
  1. Monitor crt 17 piatto - Elettronica Online - Kijiji.
  2. SCARICARE BARZELLETTE DI GIUSEPPE CASTIGLIA
  3. MasterChef Italia – Wikipedia
  4. Monitor lg flatron

I pacchetti driver ufficiali ti aiuteranno a ripristinare i tuoi LG FLATRON FT ( monitor). Scarica i driver più recenti per LG FLATRON FT su Windows. ×. LG FLATRON FT · LG Flatron 78FT · LG FLATRON DowScarica le versioni più recenti dei driver per LG monitor su Windows 10, 8 e 7 (bit e bit). DRIVER MONITOR FLATRON FT LG SCARICA - Monitor LG Flatron 17 pollici Vendo monitor lcd lg flatron ls 17" vga usato praticamente nuovo. DRIVER MONITOR FLATRON FT LG SCARICA - E' un monitor che offre una visione nitidissima, tecnologia flat, antistatico e antiriflesso, il migliore che abbia.

Nome: driver monitor flatron 775ft lg
Formato:Fichier D’archive (Driver)
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file: 31.45 Megabytes

Vedelago 6 marzo, Tocca qui per dettagli e controlli. Monitor LG Flatron usato ma in perfetto stato, vendo causa inutilizzo ho acquistato un portatile e dismetto il pc fisso. K-Lite Codec Pack Update. Schermo piatto flatron LG Vendesi monitor x pc a schermo piatto marca lg completo di cavo e base 17 pollici.

Ulteriori informazionianche su come gestire le impostazioni sulla privacy. No spedizionino perditempo Roma 6 febbraio,.

Il recesso entro 10 giorni è il diritto di "ripensamento" che spetta a tutti coloro che concludono un contratto fuori dai locali commerciali, o comunque a distanza, in base alla legislazione vigente ed in particolare il "nuovo" Decreto Legislativo 22 maggio , n.

La ragione di questa possibilità sta nel fatto che nei contratti a distanza il consumatore non ha la possibilità di vedere il bene o provare il servizio prima di acquistarlo, per cui gli si offre sempre a sua esclusiva tutela la possibilità di svincolarsi dal contratto ottenendo la restituzione di quanto pagato. Se il bene non è conforme a quanto previsto o il servizio viene interrotto, si ha inadempimento del contratto e il consumatore ha sempre il diritto di chiedere lo scioglimento del contratto.

Questa volta, a differenza che nel recesso, non per proprio capriccio o semplicemente per averci ripensato, ma perché non gli viene dato quello per cui ha pagato e probabilmente continua a pagare. Con la risposta riportata dal lettore, il provider dimostra o di non aver capito o di voler letteralmente mescolare le carte in tavola. Chiaramente, a questa risposta non seguirà alcun fattivo cambiamento nella qualità del servizio, dal momento che il provider ha sostanzialmente fatto finta di non capire che il problema era quello.

L'unica alternativa a questo punto per sciogliersi dal contratto ed ottenere la restituzione del danaro pagato e la dispensa dai canoni successivi è iniziare un procedimento giudiziale, dove sarà il magistrato ad accertare l'inadempimento del provider e la conseguente risoluzione stragiudiziale. Bisognerebbe comunque che i problemi di questo tipo fossero gestiti a livello collettivo o comunque quantomeno attraverso cause "pilota" perché è improbabile che un singolo privato si sobbarchi l'anticipo degli oneri di una causa civile, che comprendono oltre al compenso dell'avvocato anche Se avete dei quesiti, segnalazioni curiose o lamentele, scriveteci.

Vi preghiamo di indicare cognome, nome e indirizzo anche se desiderate restare anonimi. Le lettere di interesse generale verranno pubblicate, spazio permettendo, in questa rubrica. Ecco come contattarci.

Monitor crt 17 piatto - Elettronica Online - Kijiji.

Passati un paio di giorni, mi sento dire dal rivenditore che in effetti la periferica era guasta e che essendo in garanzia si poteva richiedere la sostituzione all' Acer. La casa madre mi ha detto la medesima cosa. La domanda è: se uno scanner costa circa Simone Pellegrino, Messina Il comportamento del rivenditore non è stato corretto.

Nel caso lamentato dal lettore, tra l'altro, non si tratta di garanzia di buon funzionamento, non si tratta cioè di una periferica che dopo l'acquisto ha funzionato correttamente per un certo periodo per poi rompersi. Si tratta di una periferica che non ha mai funzionato, sin dall'inizio, a quanto pare per difetti riconosciuti dallo stesso rivenditore. Lo scanner, pertanto, avrebbe dovuto più opportunamente essere sostituito.

Si applica in questo caso la garanzia per i vizi della cosa venduta che evidentemente erano tali da renderla inidonea a servire all'uso cui è destinata, secondo l'espressione delle disposizioni del codice civile in materia. Da inizio maggio non riesco più a connettermi: mentre il programma di Connection Manager stava autenticando, all'improvviso scriveva che andava in Timeout, non connettendo quindi per niente. Siete a conoscenza di tale problema? Perché sul sito di Nopay. Dario Conte, Palermo Le dichiarazioni dei provider andrebbero verificate L'inchiesta sulle tariffe Fiat è stata molto gradita dal sottoscritto.

Per esempio: 1 Il rapporto di 1 modem ogni 5 abbonati Perché non è garantito per iscritto?

SCARICARE BARZELLETTE DI GIUSEPPE CASTIGLIA

È facile dire: "il successo della nostra iniziativa è andato oltre ogni aspettativa" per spiegare i ritardi. A me sembra invece che queste società prima stipulano i contratti e poi affrontano il problema di rispettare l'impegno con i propri clienti, tanto non rischiano nulla contrattualmente. È bene che si comprenda che: I Il servizio a pagamento non è sinonimo di qualità; 2 La libera concorrenza senza regole e senza un'autorità superiore di controllo è solo giungla e i vari gestori sembrano diversi, ma sono contrattualmente uno la fotocopia dell'altro.

Costituiscono un cartello!

MasterChef Italia – Wikipedia

Voi invece potete fare tutto! Dovere convogliare l'idea che anche su internet valgono le regole di correttezza, equità e buona fede previste dal Codice Civile. E poi vi invito a dare spazio ed a coinvolgere le Associazioni dei Consumatori che sono ancora poco attente a questo problema che riguarda milioni di utenti praticamente tutti.

Alessandro Meta Altre proteste per Galaflat che recede dal contratto Il 23 novembre , dopo un'accurata ricerca su web e riviste, traevo le dovute conclusioni e sottoscrivevo via www un contratto di collegamento fiat Freetime di connessione ad internet con Galactica considerandola un'azienda seria, vista la copertura nazionale e le credenziali esposte su riviste e siti. Pagavo anticipatamente in un'unica soluzione con durata annuale tramite vaglia postale Dopodiché il nulla Dopo un sollecito, il 6 dicembre mi arrivava una mail di scuse che attribuiva il ritardo della connessione a problemi tecnici e mi assicurava l'inizio della stessa in pochi giorni.

Inizialmente il servizio ha funzionato discretamente anche se con qualche difficoltà di collegamento fra le 21 e le In seguito le cose sono peggiorate fino all'impossibilità di connettersi dalle 20 a mezzanotte e con l'aggiunta di disconnessioni inattese che molte volte hanno vanificato i downloading. Il 5 aprile invece ecco la doccia fredda: nella casella della posta trovo questo messaggio: Egr. Cliente, dai dati in nostro possesso abbiamo riscontrato un utilizzo particolare del suo contratto di accesso Galaflat.

Detto utilizzo risulta consono ed appropriato per un collegamento permanente e non per uno commutato dial-up , come il Galaflat. È quindi nostra volontà, ai sensi dell'art. Vi invio questa mia per far sapere al maggior numero di persone e utenti abituali di personal e internet come viene trattato un cliente che si fida di un'azienda ritenuta seria e sottoscrive una fornitura di servizi pagando anticipatamente ed ottenendo in cambio un trattamento a dir poco vergognoso.

In effetti non avrei niente da rimproverare al servizio offerto dal mio precedente fornitore d'accesso Tin.

Il costo. Allora mi sono guardato intorno alla ricerca di un altro fornitore e mi è cascato l'occhio sulla fiat rate offerta da alcuni provider. Ho scelto Galactica con la formula Freetime. Dopo due giorni di attesa vengo abilitato alla connessione col numero verde e parto, anzi sarei partito se mi fosse riuscito di trovare la linea libera!

Comunque anche a questo, per quanto frustrante, ci si abitua. Oltretutto in parecchie occasioni mi si nega l'accesso col messaggio di password non corretta. Allora mi rivolgo all'assistenza clienti attraverso il servizio offerto sul sito della società.

Ovviamente tra tutte le voci contemplate non ce n'è nessuna che faccia riferimento al mio tipo di inconveniente. Dopo varie interazioni con il servizio di assistenza ricevo una irritante risposta al mio primo messaggio in cui mi si invita a controllare tutte le impostazioni di time-out, configurare la connessione come suggerito sul loro sito, contattare il produttore del mio modem e chiedere che mi dicano come impostarlo ma io "gioco" coi modem da più di dieci anni.

In sostanza, mi pare di aver preso una cantonata clamorosa. La cosa che più indispone, comunque, è che loro i provider danno sempre per scontato che è l'utente ad essere ignorante e maldestro con le "cose tecniche": mai che una volta qualcuno ammettesse di essere in difficoltà o che per esigenze di economia aziendale certe cose non si possono far meglio.

Oltretutto io vivo in un piccolo paese di provincia dove è già tanto se è arrivato il telefono: figuriamoci la fantascientifica Adsl o altro. Fiorillo Non riesco mai a collegarmi a Galactica e non riesco a recedere Da ottobre ho un abbonamento fiat con Galactica e da gennaio non riesco quasi mai a collegarmi al numero verde se non dopo infiniti tentativi: è quasi sempre occupato oppure quelle poche volte che riesco a collegarmi mi dice che la mia password non è corretta, siccome ho chiesto più volte spiegazioni al servizio informazioni e assistenza clienti senza ottenere una risposta, c'è un modo per recedere dall'abbonamento e ottenere un rimborso del periodo non usufruito?

Non tanto per i soldi ma per una questione di principio visto che obbligano chi stipula i contratti a farli annuali garantendo un servizio di connessione ad un numero verde.

Vale la pena precisare comunque che il servizio di collegamento a pagamento fuori dalle fasce orarie di contratto funziona perfettamente 24 ore al giorno, a parte il fatto che il prefisso - che forniscono con il contratto non è più in uso da tempo. Credo che in fin dei conti non sia tanto, chiedere che funzioni una connessione per cui ho pagato un anno di abbonamento in anticipo. Ad ogni modo, il lettore aveva diritto ad una sostituzione ovvero alla restituzione del proprio denaro. Anche in questo caso, tuttavia, di fronte al diniego del venditore avrebbe dovuto instaurare una causa civile, davanti al Giudice di Pace della propria città, ma con spese frattanto a suo esclusivo carico, t.

Sono un professionista informatico che lavora nella provincia di Milano. Ho recentemente acquistato ed installato una versione aggiornamento di Windows Millennium e dopo il primo compiacimento per un sistema apparentemente più stabile dei precedenti, ho cominciato ad addentrarmi nelle impostazioni più delicate.

Le lascio immaginare il mio stupore nel constatare che "nessuno vedeva nessuno", cioè i personal non solo non erano connessi l'un l'altro ma non avevano configurato né protocolli né gruppi di lavoro. Solo dopo avere passato due giorni ad aggirarmi nei meandri delle proprietà della cartella Rete di Windows Me, cambiando indirizzi, domini, protocolli e chi più ne ha più ne metta, sono riuscito a mettere in comunicazione solo due personal.

Ora io vorrei chiedere la vostra opinione su quello che Microsoft dichiara essere un sistema progettato e sviluppato per venire incontro alle esigenze della famiglia, ma che nella realtà, come io personalmente ho constatato non è.

Lettera firmata La rete domestica di Windows in effetti esiste dalla versione Windows 98 Se. Con Millennium, Microsoft ha automatizzato e semplificato la configurazione di più sistemi.

In generale, occorre diffidare di chi asserisce che usare i personal computer moderni sia semplice o facile, soprattutto quando si parla di reti!

Come regola di base, citata anche nel nostro dossier di settembre su Windows Me, questo andrebbe installato come tutti i suoi predecessori in un sistema pulito, ovvero non come aggiornamento. Usando cioè un hard disk vuoto, procedendo con l'installazione di Windows e poi degli applicativi. Altrimenti occorre una persona esperta per configurare in modo adeguato l'aggiornamento di Windows in un sistema, in particolare con vari applicativi, soprattutto se vecchiotti.

Questo è particolarmente vero per sistemi in rete e molto importante se si vuole usare la condivisione internet in rete locale su sistemi. Diventa quasi determinante se si lavora in una rete con sistemi diversi , Nt, 95, 98, Me, Se.

Leggendo la sua lettera, lei si è trovato nella condizione peggiore: ha aggiornato un Windows pre-esistente, in una rete locale già costruita, con sistemi dotati di varie versioni di Windows e probabilmente con alcuni applicativi importanti.

Inoltre, visto che cita il termine dominio, si tratta probabilmente di una rete con uno o più sistemi Windows Nt o Inoltre, va detto che il dischetto di configurazione al quale lei accenna si usa per configurare in modo automatico sistemi Windows 95, 98 o 98 Se in base alla configurazione di Me.

Se si usa tale dischetto su un sistema Me, si possono avere problemi di funzionamento della rete. Infine, lei dice di avere dovuto modificare i protocolli. Se si usano altri protocolli, vanno preferibilmente eliminati ma sempre partendo da reti di sistemi omogenei, o comunque configurati alla perfezione per la rete locale. Se poi occorre usare la condivisione internet, il problema si complica ulteriormente entrando in gioco parametri molto più complessi come il Server Dhcp e i Dns.

Un esempio banale, dettato non da istruzioni o documentazione ma dettato dall'esperienza pratica, è che il computer che usa il modem condiviso tra gli utenti della rete andrebbe sempre acceso per primo. L'indirizzo Ip deve essere assegnato dinamicamente dal server della condivisione internet con Me, si presume , anche per il funzionamento della rete in generale; ma in alcuni casi di reti promiscue o nella necessità di usare più protocolli, occorre sapere come assegnarlo manualmente.

Mi rivolgo a voi per un quesito sull'estrazione delle tracce audio dai dischi in vinile ne ho parecchie centinaia di musica classica e jazz. Il primo quesito è: avendo un impianto hi-fi composto da preamplificatore, equalizzatore e finale di potenza, a quale uscita devo col legarmi per prelevare il segnale da inviare alla scheda audio del computer? Secondo quesito: dopo aver letto il dossier Musica e computer pubblicato sul n 52 di Pc Open, ho deciso di installare il software Cddae 99 trovato sul ed rom allegato alla rivista.

Il problema è che nella casella Drive presente in alto a destra, mi ritrovo solamente segnalati il masterizzatore e il lettore di ed rom mentre penso dovrebbe vedere anche il microfono che ho collegato.

Credo inoltre che, una volta effettuato il corretto collegamento all'impianto hi-fi, dovrebbe essere in grado di effettuare l'estrazione audio anche da quest'ultimo. Cerutti Paolo Il segnale per il campionamento sulla scheda audio va prelevato dalle uscite Main del preamplificatore o dall'uscita cuffie, il livello in Volt dell'uscita linea potrebbe essere troppo basso per la scheda del personal , tramite un adattatore jack stereo grande-piccolo e facendo attenzione ai livelli di volume per non danneggiare le casse del computer.

Sono un fotoamatore che si sta interessando di fotografia digitale. Ili sono reso conto che la maggior parte di fotoamatori, io compreso, ha le idee abbastanza confuse. La nostra necessità è di ottenere una stampa digitale che possa essere di qualità non molto inferiore, meglio se uguale o superiore, alla classica stampa fotografica.

La conclusione a cui siamo pervenuti è che il sistema migliore al momento è di scandire le diapositive tramite uno scanner appropriato o in alternativa usare i Photocd Kodak.

Possiamo utilizzare un file più piccolo o perdiamo in qualità? Oppure dobbiamo diminuire la grandezza della stampa? Qual è la dimensione ottimale di file per avere la massima qualità? Inoltre, i colori che vediamo sul monitor molto difficilmente corrispondono ai colori stampati e i contrasti non sono gli stessi e quindi dobbiamo di continuo cercare di calibrare il sistema.

Se la stampa è solo un 15 per 10 potreste provare a diminuire la risoluzione al momento dello scatto, e controllare la qualità della stampa e la presenza di granularità. La correzione dei colori è purtroppo un problema sempre presente, in quanto deriva dalla diversa tecnologia di riproduzione delle immagini da parte di monitor e stampanti una additiva, l'altra sottrattiva.

Per evitare lunghe correzioni manuali, molti programmi professionali Adobe, Corel offrono profili colore pronti per il tipo di monitor e di stampante utilizzati, ma quando c'è un viraggio di colore spesso l'unica cosa è l'intervento manuale Photoshop comunque ha una funzione che tenta di ottimizzare Gamma e tonalità automaticamente, spesso con ottimi risultati.

Un miglioramento della situazione si avrebbe acquistando una stampante a sublimazione dedicata solo alle foto tipo la Olympus P 3. Sono responsabile dei sistemi informativi della Fratelli Alinari e prima lavoravo alla Chi. A metà gennaio è arrivato un server Ibm Netfinity , circa 30 milioni di valore come server web per uno dei nostri siti.

Dopo pochi giorni arriva un tecnico dalla Ibm, con certificazione Microsoft, che installa Windows Server in italiano, regolarmente acquistato con 5 licenze client. Installato con successo il sistema operativo, il giorno dopo personalmente applico il Service Packl di Windows , e inizio a scaricare tutti gli aggiornamenti critici di Windows E qui nasce il problema: la macchina dopo essersi riavviata, dopo aver mostrato lo schermo testuale iniziale quello con scritto premere F8 per A questo punto consulto la licenza Molp e leggo che Microsoft in caso di non funzionamento a sua scelta offre la restituzione del prezzo pagato o la riparazione o la sostituzione del prodotto.

Ritelefono al servizio assistenza faccio presente tali clausole, ma l'operatore non ne vuole sapere: l'unica possibilità è che il problema sia riconosciuto da un nostro tecnico come un bug di Windows.

Mi mandano un modulo con 6 pagine dove fra l'altro mi vengono chiesti i dati di una carta di credito per la fatturazione dell'intervento poi leggo: Microsoft Tirando le conclusioni, dopo aver speso qualche milione di lire in licenze mi chiedo come possano sperare alla Microsoft di avere un buon feedback da clienti.

Se durante la seconda istallazione mi ricapitasse una avventura del genere, credo proprio che modificherei tutte le specifiche del progetto, utilizzando Linux Red Hat pienamente supportato dalla Ibm al posto di Nt Server, Mysql al Posto di Sql server e Java al posto di Asp.

Sono sempre stato un sostenitore di Microsoft, ma tale comportamento disdicevole del supporto Microsoft mi fa davvero ricredere. Antonio Aga Rossi Avevamo mandato a fine marzo questa lettera a Microsoft ma non abbiamo ricevuto risposta.

Castellazzi eleonora. Milano n. La riproduzione totale o parziale dei testi è consentita solo con autorizzazione scritta della casa editrice Prezzo di una copia: lire 9. B int. Tutti i diritti di riproduzione in qualsiasi forma, compresa la messa in rete, che non siano espressamente per fini personali o di studio, sono riservati. L'editore, titolare del trattamento, garantisce ai soggetti interessati i diritti di cui all'art.

Tiziano Solignani spazio aperto Cosa c'è di vero, e di falso, nel dibattito sulla nuova legge per l'editoria Chi deve registrare il sito? Con la legge 7 marzo , numero 62, intitolata Nuov e norme sull'editoria e sui prodotti editoriali e modifiche alla legge 5 agosto , n.

Evitare gli equivoci È bene, quindi, vedere in dettaglio cosa prevede la nuova norma per evitare equivoci. Si legge nell'articolo 1 del provvedimento, consultabile per intero su www. Su Internet dirige il sitoJura www. Se desiderate sottoporgli un quesito mandate un messaggio all'indirizzo: avvocato pcopen. Al tema ha dedicato il numero corrente, il , la rivista telematica Interlex www. Ma cosa c'è di vero?

Con questa nuova legge, davvero, ogni titolare di sito web, magari anche per uso personale, deve registrarlo presso il tribunale? Nessun obbligo di registrazione per i siti La risposta sembra proprio dover essere negativa. Inoltre, anche ad esempio chi volesse solo pubblicare su internet le foto dei propri figli, magari per renderle visibili a familiari che vivono lontano, dovrebbe registrarsi in tribunale.

In realtà, la nuova legge risolve con ogni probabilità il problema della registrabilità delle cosiddette "testate telematiche", ma non ne impone l'obbligo. Tutto questo è scritto chiaramente nella disposizione che si è prima richiamata. La definizione di "prodotto editoriale" data dalla nuova legge sull'editoria vale solo "ai fini della presente legge" cioè della stessa legge sull'editoria.

Questo, tradotto in pratica, significa quanto segue. Ci sono anche dei vantaggi Non sempre, infatti, la registrazione di un giornale è vista in modo negativo.

Da questo punto di vista, la legge dunque rappresenta un passo in avanti. Il fatto è che la nuova legge sull'editoria non ha riformato la legge sulla stampa, né - questo è il punto focale - ha dettato una nuova nozione di prodotto editoriale valida oltre il suo stesso ambito, poiché, come si è visto, la nuova definizione è stata espressamente limitata "ai fini della presente legge" dallo stesso articolo 1.

Quindi, il legislatore ha semplicemente voluto, nel dettare una nuova disciplina degli aiuti all'editoria, includervi le nuove realtà di informazione telematiche che volessero accedervi, senza riformare la legge sulla stampa che, all'articolo 1, continua a definire "stampe o stampati, ai fini di questa legge, tutte le riproduzioni tipografiche o comunque ottenute con mezzi meccanici o fisico-chimici in qualsiasi modo destinate alla pubblicazione", con esclusione pertanto di qualsiasi supporto magnetico.

In conclusione, la sollevazione contro la nuova legge sembra non giustificata. È addirittura paradossalmente che un analogo movimento di forze non sia stato a suo tempo organizzato in occasione del referendum abrogativo della disposizione, sempre della legge sulla stampa, che impone l'obbligo di un direttore responsabile iscritto all'albo dei pubblicisti per ogni testata.

Eccovi i preziosi consigli di uno del mestiere La Rete è fonte d'informazio- ne, strumento dove trovare di tutto e di più, contenitore d'idee, di business, d'amenità e divertimento, di sesso e cultura, idee geniali e stupidità abissali. È tutto questo, e forse molto di più, in quest'ottica una quan- tità impressionante di persone ha intravisto "giustamente" in internet un'opportunità di lavo- ro, è più o meno a ragion veduta ha intrapreso la strada del web designer, o del programmatore, catapultandosi in una vera e propria giungla.

Un mercato caotico, complesso e pieno d'insidie, dove convivono pro- fessionisti seri e meticolosi, av- venturieri "vendifumo", enormi aziende sorte nel giro di pochi mesi e ditte individuali, ognuna con una proposta geniale da sottoporre al cliente. Le pagine internet ormai, so- no sfornate a ritmi allucinanti, siti di tutti tipi nascono quoti- dianamente, è sempre più diffi- cile proporsi con un prodotto, professionale, efficace in grado di imporsi per qualità e prezzo.

La semplicità d'utilizzo dei programmi consente a tutti di realizzare, prodotti tecnicamente ineccepibili. E quindi ancora una volta la differenza sta nella creati- vità, nella capacità di comunica- re, nell'originalità del design. Di seguito iniziamo prima con alcuni consigli pratici per realiz- zare siti di grande impatto ed in- tanto vi descriviamo i programmi più usati per creare effetti specia- li.

Nella seconda ed ultima parte partendo da tre effetti speciali importanti filmati, animazione e colonna sonora vi spieghiamo come usare i due programmi più diffusi che consentono di com- porre il prodotto finito: Flash e Dreamweaver. Iniziare bene: il progetto È sempre bene osservare, na- vigando in rete, cosa hanno rea- lizzato gli altri, per lo stesso tipo di progetto.

Da studi effettuati, l'at- tenzione e la pazienza del naviga- tore medio, si aggira intorno a 15 secondi. Trascorso questo tem- po, se non fortemente motivato, egli se ne va per lidi più veloci.

Pc Open Le nostre pagine dovranno quindi contenere file di piccole di- mensioni o utilizzare trucchi, che riescano ad ingannare l'attesa, co- me indicare il tempo di scarica- mento con una barra progressiva, oppure la frase "sto scaricando la pagina", magari con un movimen- to ed un'animazione che induca l'utente a giocarci muovendo il mouse.

Ne sono pieni d'esempi i siti che utilizzano Flash in modo in- tensivo. È molto importante an- che osservare l'architettura della pagina e come si adatta allo schermo, quando si apre, ogni navigatore ha impostazioni per- sonali del browser, ed i monitor utilizzati sono i più disparati, da per pixels, a 1. Il navigatore "tipo" cui ci rivolgiamo, ovvero: il target Definire il target del nostro pubblico in internet è sempre una cosa molto difficile, in realtà il mondo dei navigatori è dispara- to, impossibile determinarne le caratteristiche, a priori, potremo avere un feedback del nostro pro- getto solo a posteriori, in base agli accessi ed alla frequenza dei- Giugno di Daniele Poi t ionie ri le connessioni, ed eventualmente alla tipologia delle persone che si prenderanno la briga di compila- re un modulo d'informazioni.

Alcuni elementi si possono predeterminare, parlando con il nostro committente, suddividen- do in due grandi categorie i navi- gatori e la tipologia del sito da realizzare, ad esempio se l'idea di base è quella di offrire un servi- zio ad una clientela ormai acqui- sita, indulgere in fronzoli ed effet- ti speciali è inutile e contropro- ducente, sarà meglio orientarsi verso un progetto razionale, effi- cace, funzionale e rapido, che con pochi click porti direttamen- te al cuore delle informazioni cer- cate.

In questo caso, siccome i sistemi non sono in grado di visualizzare le font nello stesso modo, dovre- mo trasformare i testi più impor- tanti in titoli e le headline in im- magine e utilizzarli come tali, mentre per i testi correnti è sem- pre bene usare font multipiat- taforma. Scegliere le caratteristiche ade- guate per le immagini, le illustra- zioni e la grafica, ci permetterà di centrare meglio gli obiettivi del cliente. Un sito che voglia comunicare tradizione, sicurezza, professio- nalità, genuinità, potrà avvalersi di illustrazioni realizzate con tec- niche tradizionali, acquarello, aerografo, grafite, incisione , tra- smettendo nell'immaginario del- l'utente una lunga tradizione, si- nonimo d'esperienza e professio- nalità, utilizzare font di caratteri universalmente riconosciuti, co- me il Times, il Bodoni, il Gara- mond, rafforzerà questi concetti, impaginare secondo schemi clas- sici, vedi i quotidiani , colonne strette, titoli sottotitoli, somma- ri, sottolineerà ulteriormente questa sensazione.

Completare il tutto con colori armonici, immagini di contorno virate in toni caldi o seppia, sarà il tocco finale per un sito grafica- mente ineccepibile. Se il messag- gio vuole essere improntato ad un aspetto che sottolinei l'aspetto tecnologico, l'originalità, la no- vità, è meglio scegliere illustrazio- ni realizzate direttamente al com- puter e immagini vettoriali, elabo- razioni, o montaggi che mostrano una perizia nell'uso degli strumen- ti informatici.

Saranno di grande aiuto ad affermare questi concetti: la scelta di caratteri moderni, sen- za grazie, oppure un'impaginazio- ne creativa, dinamica, svincolata da schemi restrittivi, che è certa- mente gradita ad utenti avvezzi al- la navigazione in internet, abituati ai messaggi grafici che hanno vi- sto più volte sul packaging dei software, o nelle pubblicità dei va- ri portali, o nei servizi della Rete.

La scelta di colori in cadenza di grigi, grigio azzurri, grigio ver- di, abbinati a colori complemen- tari dai forti contrasti come gli arancioni, i giallo ocra, i rossi, fig. È indispensabile che i caratteri scelti per inserire i testi nelle pagine siano visibili su tutti i sistemi che i navigatori utilizzano per entrare nella rete, quelli che danno le maggiori garanzie sono: il Verdana, l'Arial, il Times, l'Helvetica e il Curier.

Monitor lg flatron

Le fotografie - Evitare accuratamente immagini scaricate da altri siti o peggio scansionate dai cataloghi delle agenzie fotografiche, pena forti sanzioni per lesione dei diritti d'autore.

Naturalmente una fotografia scattata ad hoc è sempre meglio fig. I formati per le immagini Il formato Jpg è indicato per tutte le immagini fotografiche, o con sfumature delicate e morbide, scegliere accuratamente la compressione adeguata per ottenere il massimo della qualità con il minimo ingombro, per questo compito vengono in aiuto Photoshop e Imageready fig.

Il formato Gif è utilizzato per immagini con colori piatti, grafica ed illustrazioni, utilizza solamente tinte.

Le scelte cromatiche possono essere definite scegliendo palettes specifiche per internet, Windows o Macintosh, avendo la garanzia di perfetta compatibilità con i vari sistemi operativi.

Il Gif consente l'impostazione di un colore con effetto di trasparenza. O La scelta cromatica Colori in cadenza, caldi o freddi.

Tecnologici o tradizionali? È sempre molto importante costruirsi una tabella cromatica del sito, scegliendo i colori in funzione delle caratteristiche del soggetto, e lavorando poi, con colori in cadenza o complementari, creando coppie cromatiche gra- devoli ed accattivanti.

Un sito progettato per prodotti alimentari non dovrà mai utilizzare colori freddi o acidi o peggio coppie cromatiche come il giallo ed il nero coppia universalmente riconosciuta come colore del veleno , a ta- le proposito sarà utile fare un giro, con occhio attento, nei vari supermercati, osservando i colori delle confezioni alimentari. Se il sito tratterà di prodotti tecnologici, la scelta di colori freddi con componenti grigio azzurro o grigio verde e coppie in tono o in contrasto con l'arancione, sarà una scelta sempre ben adeguata.

Non usare mai colori come il rosso, il verde e il blu alla massima saturazione, nel sistema Rgb utilizzato dai monitor sono colori che soprattutto se vicini creano fastidiose vibrazioni, allontanando rapidamente il nostro navigatore. I filmati - Creare effetti video senza appesantire il sito. In genere i filmati sono la parte più problematica di un sito, infatti, sono l'elemento più pesante e lento da scaricare, costringendo l'utente a snervanti attese, per poi spesso ritrovarsi con un filmino di pochi pixel e qualche secondo di audiovideo.

Conviene sempre metter un'icona statica del filmato, con la descrizione delle dimensioni, della durata e del tempo di download, in modo che l'utente sia informato correttamente. L'introduzione sul mercato di un programma come Flash, ha permesso di superare con grande eleganza questo problema, utilizzando le tecniche che vedremo in seguito, è possibile creare filmati molto simili ai classici video Quicktime o Avi, con animazioni audio ed effetti di movimento o transizioni, mantenendo gli stessi in dimensioni estremamente contenute.

II SUOriO - Il suono, inteso come musica, rumore, parlato è una componente fondamentale per la creazione di siti di grande impatto. Purtroppo è la seconda componente più pesante da gestire e da elaborare, occorre una notevole dimestichezza per predisporre colonne sonore e parlato sincronizzate, ancora una volta il programma Flash viene in soccorso del web designer, permettendo in modo semplice la perfetta sincronizzazione del suono con lo scorrere del filmato, ottimizzando poi la parte audio in formato Mp3, il formato audio più efficace, per un'ottima fruizione del suono sulla rete.

In ogni caso inserire sempre un pulsante di attivazione o interruzione del suono, o meglio ancora uno strumento per la gestione del volume. I due programmi, inizialmente progettati per l'elaborazione grafica finalizzata alla stampa, nelle loro più recenti versioni, si sono votati al mondo Internet, mettendo a disposizione e ottimizzando per questo scopo i sofisticati strumenti di cui sono dotati.

L'aspetto più importante dei due programmi è senz'ombra di dubbio, la loro vocazione vettoriale, vale a dire che, è possibile elaborare grafica, illustrazioni, testi, con estrema precisione, utilizzando le cosiddette curve di Bèzier, in pratica ogni oggetto che creiamo con questi programmi, è definito attraverso equazioni matematiche, che utilizzano il linguaggio Postscript per visualizzarne il risultato sullo schermo. Il formato vettoriale ha il gran vantaggio di rappresentare elaborazioni anche molto complesse occupando pochissima memoria, gli stessi progetti se fossero trasformati in formato "raster", vale a dire utilizzando i pixel per la loro descrizione digitale, occuperebbero molto più spazio.

Un secondo importante vantaggio del formato vettoriale è la possibilità di ingrandire o ridurre le elaborazioni grafiche senza perdita di qualità, mantenendone sempre una rappresentazione ottima a schermo. La perfetta simbiosi dei due software, con il programma Flash, ha consentito in questi ultimi anni, di trasformare radicalmente l'aspetto dei siti sulla rete, permettendo, in modo semplice l'introduzione di grafica di qualità, e, data la leggerezza dei documenti, la realizzazione d'animazioni ricercate e coinvolgenti.

Il limite di questi applicativi, dipende dal fatto che, non sono in grado di rappresentare le immagini con un aspetto fotografico o realistico. Sono indicati per tutte le illustrazioni di tipo tecnico, la realizzazione di elementi grafici, la caratterizzazione dei testi e la creazione delle interfacce di navigazione. In realtà esistono abilissimi illustratori in grado di creare immagini con lllustrator o Freehand dall'aspetto fotorealistico, ma il lavoro è particolarmente complesso, ed in ogni caso, il risultato ha sempre un aspetto tecnico, privo di quel calore dato dal segno manuale, dalla grafite o dall'acquarello.

Photoshop e Imageready: immagini fotografiche Photoshop è il più diffuso programma per il trattamento e l'elaborazione delle immagini oggi presente sul mercato, riconosciuto come standard mondiale nel mondo della grafica professionale e della fotolito, si è evoluto secondo le strategie di Adobe, spostandosi verso il mondo della rete, senza per altro rinunciare alla sua specificità.

Quicktime: audio e video Quicktime serve per visualizzare filmati sia all'interno di un sito, sia avendo scaricato il file dal sito stesso. Inserire filmati comunque è sempre sconsigliato, a meno che il sito stesso non abbia uno scopo specifico oppure perchè l'uso dei filmati è assolutamente indispensabile.

Questi siti avvertono il navigatore che per usufruire in modo accettabile dei servizi disponibili occorre una connessione internet ad alta velocità, come minimo linee digitali Isdn a K o meglio ancora connessioni Adsl. Questo perché i filmati occupano una gran quantità di memoria. In un sito che utilizza filmati è consigliabile, per filmati di dimensioni superiori ai K inserire un'icona del filmato, con l'occupazione di memoria, ed abilitare la funzione di download del video in formato compresso.

I filmati che si vedono direttamente nella pagina, dovranno essere realizzati con la funzione di streaming, vale a dire, il video parte appena ha scaricato sufficienti dati, in questo modo l'utente non dovrà attendere che tutto il filmato sia stato letto dal browser, ed avrà la sensazione di un'attesa più breve, se poi la velocità di connessione è accettabile il filmato potrà continuare a girare durante il download. Soundedit e Cooledit: musica ed effetti sonori Esistono, decine di programmi per la manipolazione del suono, ogni specialista farà riferimento a quelli più congeniali.

In genere questi applicativi sono indispensabili quando si predispongono colonne sonore con il parlato, e si deve sincronizzare una base, o abbassare il volume in una specifica zona di parlato. Per far- lo adottiamo due programmi, Flash e Dreamweaver, che pre- sentiamo qui sotto nelle loro caratteristiche essenziali. Nelle pagine che seguono quindi sono esemplificati, nel- le linee essenziali, esempi di effetti e tecniche per ottimiz- zare e migliorare i nostri pro- getti.

Ecco un bell'esempio originale e inedito di impiego creativo e professionale degli elementi grafici e dei conseguenti effetti speciali di cui parliamo in questo articolo Nell'ultima parte passiamo a Dreamweaver con l'effetto visi- vo di rollover, poi lo vediamo nel trattamento dei frame ed in- fine nell'inserzione di un suono ad una pagina Html.

E con metodi diversi ci consentono di assemblare la pagina definitiva. Seppure sia possibile realizzare un sito completamente in Flash, in genere è l'utilizzo abbinato dei due programmi che completa perfettamente, ed in tutti i suoi aspetti la realizzazione di un progetto per il web. Con Dreamweaver costruiremo l'architettura del sito e delle pagine, realizzeremo il layout e definiremo gli ingombri e le zone dove saranno contenuti tutti gli elementi, testi, titoli, immagini ed animazioni, tabelle, suoni, compreso le pagine e le animazioni interattive realizzate in Flash.

Sono i due programmi più diffusi fra i professionisti per via della loro efficacia e prontezza d'uso. Anche perchè provengono da Macromedia che nei software di authoring cioè il tipo di software che serve per l'appunto ad assemblare oggetti grafici e multimediali vanta la tradizione più lunga avendo realizzato Macromind Director nel lontano '89 per i personal Apple.

Sono quindi due prodotti realizzati apposta per gestire in modo ottimale il frutto della progettazione creativa realizzata con i programmi precedentemente descritti. Formato di codifica audio e video definito da Microsoft.

Cgi Common gateway interface. Un metodo usato dalle pagine www per comunicare con programmi residenti sul server Dynamic Html DI tini Una versione molto potente del linguaggio Html, che permette un controllo assoluto del posizionamento degli elementi sulla pagina è supportata in modo non perfetto ed uniforme dai browser della versione 4.

Frames È la tecnica usata nelle pagine web per dividere la pagina stessa in finestre multiple, dove ogni finestra, che è chiamata frame, contiene dati unici e separati. Lo svantaggio è che non tutti i browsers la supportano Gif Graphical interchange format. Formato grafico largamente usato in Internet, particolarmente indicato per grafica, immagini con colori piatti e illustrazioni al tratto. Ip address Ip, insieme al domain access rappresenta le due forme di indirizzo comunemente usate in internet.

Llp address consiste di quattro numeri separati da un punto. Esempio: Formato segue a pag. Animiamo una scritta Sono svariati gli effetti che possiamo associare al testo, giocare sulla visibilità della scritta, sugli effetti cromatici, sulle dimensioni, sulla posizione nello spazio.

Con lo strumento testo, selezionato nella palette di lavoro, scriviamo la frase o la parola che c'interessa, definendo il corpo ed il carattere, si trasforma in un simbolo grafico fig. Poi trascinandolo direttamente dalla libreria, lo posizioniamo sul primo frame del livello che sceglieremo di usare, ricordarsi di nominare sempre i livelli con nomi chiari e riconoscibili, cosi come tutti i simboli nella libreria , nel proseguimento del lavoro e facile ritrovarsi con molti livelli ed oggetti che non sappiamo più riconoscere.

Selezioniamo con il mouse il frame dove è sistemata la nostra scritta e, nel menu Modify, scegliamo Istanza, si apre una finestra con alcuni menu relativi all'oggetto che stiamo elaborando attiviamo Color effect, nella finestra che si apre possiamo definire quattro tipologie d'effetti, tinta, luminosità trasparenza "alpha", e speciale.

Settiamo il valore di trasparenza a fig. Spostiamo il cursore nella timeline, selezioniamo il ventesimo frame e dal menu Insert, selezioniamo keyframe, il programma inserirà perfettamente a registro una copia della scritta, la selezioniamo con mouse ne cambiamo le dimensioni, scegliendo, dal menu Modifica transform la funzione Scale e sempre dallo stesso menu, scegliamo Istance e cambiamo il valore della trasparenza, alfa portandolo da a , tinta piena fig.

Selezionando uno qualsiasi dei frame tra i due fotogrammi chiave, dal menu Insert attiviamo il comando Motion tween. Per un movimento fluido occorre definire una velocità di 24 frame il secondo. Modificando l'istanza del simbolo, possiamo cambiare il colore della parola tra i frame chiave. Monitor LG Flatron usato ma in perfetto stato, vendo causa inutilizzo ho acquistato un portatile e dismetto il pc fisso.

K-Lite Codec Pack Update. Schermo piatto flatron LG Vendesi monitor x pc a schermo piatto marca lg completo di cavo e base 17 pollici.

Ulteriori informazionianche su come gestire le impostazioni sulla privacy. No spedizionino perditempo Roma 6 febbraio,.

Back 4 Blood è il nuovo titolo de Per le caratteristiche tecniche del monitor si rimanda al relativo sito. Palermo 11 marzo, Risoluzione massima X 60Hz, Dot pitch 0,24, risoluzione raccomandata x 85hz. LG 15BG. LG 16EN LG 17MB LG 19EN LG 19M LG 19MA LG 19MB LG i. LG 20BMT. LG 20EN LG 20M LG 22EA LG 22EB LG 22EN LG 22M LG 22MB LG 22MP LG 23EA LG 23EN LG 23ET LG 23M LG 23MB LG 23MP LG 24BKH.

LG 24EA LG 24EB LG 24EN LG 24GLF.


Ultimi articoli