Trentinoappartamenti

Trentinoappartamenti

SCARICARE REATTORE PER LAMPADE A

Posted on Author Migul Posted in Libri


    Scopri un'ampia gamma di reattori per lampade a scarica dei marchi più alti. Approfitta di: | Prezzi bassi | Spedizione rapida | Garanzia estesa |. Scopri ampia scelta e offerte convenienti per acquistare Reattori e Accenditori per Lampade a Scarica, Hqi, Ioduri Metallici e Vapori di Mercurio. Spedizione. In questa categoria sono disponibili reattori e accenditori per le più svariate lampade a scarica. Il reattore e l'accenditore sono indispensabili per l'accensione di. Nessuno Uncategorized Accenditori elettronici. Alimentatori per lampade fluorescenti. Driver indipendenti. Sistemi di alimentazione da incorporare. Sistemi di.

    Nome: reattore per lampade a
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 40.32 MB

    Le lampade fluorescenti che molti chiamano erroneamente "neon" sono sorgenti di luce a scarica elettrica in cui la luce viene prodotta prevalentemente dalle polveri fluorescenti attivate dall'energia ultravioletta sprigionata da un'arco a mercurio.

    Questo arco si produce quando viene applicato un adatto voltaggio tensione tra i due elettrodi, ed una corrente elettrica circola attraverso i vapori di mercurio. Anche una piccola parte di gas inerte argon viene miscelata con i vapori di mercurio.

    Con l'innesco dell'arco fra i due catodi della lampada, numerose piccole particelle elettriche, gli elettroni, si muovono con grande velocita' nello spazio della scarica e quando colpiscono gli atomi di mercurio evaporato, si produce una reazione ultravioletta. I raggi invisibili untravioletti colpiscono a loro volta lo strato di polvere fluorescente che ricopre le pareti del bulbo, dove vengono trasformati in radiazioni visibili, cioe' in luce.

    Quando il gas contenuto nel tubo si scalda, diminuisce la resistenza del gas stesso e, di conseguenza, la corrente continuerebbe ad aumentare fino ad arrivare ad una corrente di corto circuito e quindi alla distruzione della lampada. Per ogni lampada esiste un determinato valore di corrente a cui corrispondono le migliori condizioni di funzionamento.

    I filamenti si riscaldano ed emettono delle "conduzione di elettroni" nel tubo; 3. La stessa corrente che attraversa il circuito e lo starter provoca il riscaldamento della lamina bimetallica interna a quest'ultimo che dopo qualche istante si apre.

    L'apertura del circuito causata dallo starter provoca, per effetto dell'autoinduzione, una sovratensione che favorisce ulteriormente l'innesco.

    Io dico che è limpido. Un alimentatore è necessario per l'utilizzo con lampade a scarica di gas tale fluorescente, per fornire loro le necessarie condizioni di partenza e di esercizio elettrico. A ballast is required for use with gas discharge lamps such a fluorescent, to provide them with the necessary starting and operating electrical conditions.

    Il colore della luce dei fasci emessi da proiettori che utilizzano sorgenti luminose a scarica di gas deve essere bianco. The colour of the light of the beams emitted by headlamps using gas-discharge light sources shall be white.

    Wattage marked on the gas-discharge light source and ballast. Porre la sorgente luminosa a scarica di gas come indicato: The gas-discharge light source shall be positioned as shown: Possibile contenuto inappropriato Elimina filtro La funzione degli esempi è unicamente quella di aiutarti a tradurre la parola o l'espressione cercata inserendola in un contesto.

    Reattori e accenditori per lampade a scarica

    Gli esempi non sono stati scelti e validati manualmente da noi e potrebbero contenere termini o contenuti non appropriati. Ti preghiamo di segnalarci gli esempi da correggere e quelli da non mostrare più.

    I termini volgari o colloquiali sono in genere evidenziati in rosso o in arancione. Registrati per consultare più esempi Nessun risultato trovato per questo significato. Possono essere presenti elettrodi supplementari per l'innesco. Solitamente le lampade a bassa pressione sono a forma di tubo diritto o curvato a U, mentre le lampade ad alta pressione sono costituite da una piccola ampolla di quarzo adatto a resistere a temperature più elevate.

    L'emissione luminosa è monocromatica o limitata alle righe di emissione spettrale del gas contenuto, se questo è a bassa pressione. Possono essere necessari diversi minuti perché la lampada inizi a produrre una luce accettabile e in molti casi questo è un limite.

    La tensione di rete non è sufficiente per innescare la scarica, per cui è necessario provvedere con opportuni circuiti a provocare una prima ionizzazione del gas. In altri tubi è presente un elettrodo di innesco posto a brevissima distanza da uno dei due elettrodi ordinari: questo elettrodo viene brevemente alimentato con la normale tensione di rete che, data la distanza ridotta, è ora sufficiente per innescare un piccolo arco; il riscaldamento e l'emissione di ioni e radiazioni provoca l'innesco del restante gas.

    Un ulteriore metodo per accendere la lampada è quello di sottoporla a un campo elettromagnetico ad alta frequenza, da decine di kilohertz a molti megahertz.

    Una volta innescata la scarica con uno dei metodi descritti, questa si propaga a valanga a tutto il gas, il quale si mantiene ionizzato indefinitamente. In condizioni di regime la tensione ai capi del tubo si mantiene a valori più bassi della tensione di rete e non è più necessario l'intervento dei circuiti accenditori.

    Alimentatore con accenditore Relco 35W per lampada a scarica S50311

    Alimentatore elettromagnetico[ modifica modifica wikitesto ] L'alimentatore tradizionale è composto da un induttore o reattore e un dispositivo di innesco starter. L'utilizzo di un induttore consente di implementare due importanti funzioni: durante la fase di accensione, in combinazione con lo starter, consente di ottenere una sovratensione che innesca la scarica nel gas; nel funzionamento a regime agisce come limitatore di corrente, in quanto a scarica innescata il tubo diviene un percorso a bassissima impedenza.

    La tensione di rete a volt non è sufficiente a innescare la scarica a freddo, per cui occorrono circuiti ausiliari che intervengano all'accensione. A questo scopo gli elettrodi dei tubi sono spesso costituiti da un filamento le cui estremità sono riportate su contatti elettrici esterni.

    SMART SWAP

    Un dispositivo, lo starter, alimenta i filamenti con la tensione di rete per un breve tempo, provocandone il riscaldamento e quindi favorendo l'innesco della scarica. I filamenti incandescenti infatti emettono elettroni avviando la ionizzazione del gas. Lo starter è sostanzialmente un interruttore, racchiuso in una piccola ampolla contenente gas rarefatto, in cui il contatto mobile è costituito da una lamina bimetallica che si deforma riscaldandosi.

    Nel caso l'accensione non andasse a buon fine, l'accenditore ripete la procedura appena descritta Un approccio alternativo consiste nel fornire al tubo una tensione elevata di migliaia di volt da un trasformatore.

    Si elimina la necessità di riscaldare i filamenti e si possono alimentare tubi molto lunghi. Ogni alimentatore produce una corrente di scarica, che viene dispersa attraverso il conduttore di terra. Il funzionamento di tipo induttivo degli alimentatori elettromagnetici comporta un fattore di potenza basso, che raggiunge spesso valori tra 0,3 e 0,6.


    Ultimi articoli