Trentinoappartamenti

Trentinoappartamenti

CURE DENTISTICHE SI POSSONO SCARICARE

Posted on Author Nelabar Posted in Rete


    Anche le spese. Modello / i contribuenti possono portare in detrazione anche le In quest'ultimo caso, infatti, si potrà scaricare un massimo di ,48 euro. delle prestazioni (quindi potranno essere detratte le cure delle carie. La detrazione prevista è del 19% e si applica sulle spese dentistiche che L'​agevolazione fiscale è consentita sia qualora la spesa dentistica. ormai un lustro per avvicinare le famiglie italiane alle cure odontoiatriche". Odontoiatra in contanti non può più detrarre le spese nell'imposta sui redditi. Qui invece si restringe la platea delle detrazioni e si introduce una.

    Nome: cure dentistiche si possono
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 16.72 Megabytes

    In collaborazione con www. Basti pensare alle cure dentistiche: in paesi vicini all'Italia, come Croazia o Slovenia, le prestazioni dei dentisti hanno prezzi decisamente inferiori rispetto a quelli praticati in patria.

    Lasciando da parte la discussione sulla qualità, diamo uno sguardo alle implicazioni fiscali. Dichiarazioni dei redditi: detrazioni per spese mediche Un ripasso della normativa: secondo le regole vigenti, le spese mediche sono detraibili dalla dichiarazione dei redditi per cifre che superano i ,11 euro.

    Nella maggior parte dei casi, le spese dentistiche hanno importi superiori a tale soglia. Ma il quesito è: anche le spese estere sono detraibili?

    Ma quali spese dentistiche possono beneficiare della detrazione Irpef? E come si deve procedere alla compilazione della dichiarazione dei redditi? In particolare si dovrà compilare il Quadro E e più specificatamente il rigo E1. Per quali spese dentistiche è prevista la detrazione?

    Non è possibile infatti detrarre le spese sostenute per lo sbiancamento dei denti ed in generale per le prestazioni con finalità estetiche. Tale detrazione, va calcolata indicando nel modello l'importo totale della spesa sostenuta nel corso del dal contribuente nel suo interesse o per conto del coniuge o familiare a carico o per assistenza al disabile.

    Scarica anche:MASTERCOM SCARICARE

    Il limite massimo di detrazione per le spese sanitarie per i familiari non a carico è pari a 6. La detrazione spetta a prescindere dalla proprietà dell'animale o dal loro numero, e la soglia massima per le spese veterinarie che è possibile detrarre è fino a euro, limitatamente alla parte che eccede la franchigia di ,11 euro.

    Le spese sanitarie sono inserite direttamente nella precompilata, insieme alle altre nuove spese mediche nel precompilato Come compilano le spese mediche sul ? Nello specifico, con il codice 1 le spese sanitarie nel rigo E1, codice 2 Spese sanitarie per familiari non a carico rigo E2, codice 3 spese sanitarie per persone con disabilità rigo E3, codice 4 spese veicoli persone con disabilità rigo E4, codice 5 Spese acquisto cani guida da indicare nel rigo E5.

    Le novità introdotte dalla legge di Bilancio

    Qualora le spese sanitarie indicate nei righi E1, E2 ed E3 dovessero superare in totale il limite dei Nello stesso rigo, vanno sommate anche le spese sanitarie per l'acquisto di farmaci documentate con fattura o con scontrino parlante su cui devono essere specificati la natura e la quantità dei farmaci, codice alfanumerico indicato sulla scatola e codice fiscale del destinatario del medicinale.

    Nella colonna 1 dello stesso rigo, vanno indicate le spese per patologie esenti dalla spesa sanitaria pubblica, per le quali il SSN riconosce l'esenzione del ticket.

    Il limite massimo per questa tipologia di spesa da indicare nel suddetto rigo è pari a 6. La detrazione per questa tipologia di spesa sanitaria disabili è prevista fino ad un massimo di La detrazione, inoltre, va divisa in 4 quote annuali di egual importo, indicando l'intero importo di spesa nel rigo E4 e nella relativa casella, il numero 1 per comunicare la volontà di iniziare con la prima rata.

    La detrazione spettante è per una sola volta e va divisa in 4 quote annuali dello stesso importo, fatta eccezione per i casi di perdita del cane guida.


    Ultimi articoli