Trentinoappartamenti

Trentinoappartamenti

CALDAIA A CONDENSAZIONE DOVE SCARICARE

Posted on Author Vudodal Posted in Software


    Tutte le caldaie a condensazione devono essere collegate ad uno scarico della condensa residua di combustione, in accordo con la norma. Dove installare una caldaia a condensazione La caldaia a condensazione necessita di condotti di scarico: il vapore acqueo durante la. Ecco la risposta di un esperto, sulla caldaia a condensazione, per il i prodotti della combustione? dove scaricare l'acqua di condensa?. Una caldaia a condensazione oltre CO2 espelle H2O. Dove va a finire questa acqua (vapore acqueo) se lo scarico è quello "antico".

    Nome: caldaia a condensazione dove
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 55.41 MB

    Da diversi anni a questa parte vengono installate, in sostituzione a quelle tradizionali ormai obsolete, le caldaie a condensazione. Gli scarichi per la condensa sono una novità assoluta rispetto le caldaie tradizione. Si tratta di un tubo di plastica che deve essere collegato agli scarichi fognari. La norma attuale, non prevede per i dispositivi al di sotto di 35 kW che la condensa dia trattata chimicamente prima di convogliare negli scarichi ma, bisogna sempre tenere presente che le vecchie grondaie in rame o i tubi di piombo, con il passare degli anni, possono venire corrosi dalla condensa prodotta.

    Il combustibile, bruciando, produce sostanza residue: per la maggior parte acqua ed anidride carbonica. In media, una caldaia da 24 Kw, produce un litro di condensa ogni metro cubo di gas che consuma.

    I più letti I più condivisi Ultimi commenti. Esame di Stato ingegneri sessioni scadenze domande e prove per ateneo Insegnare con la Laurea in Ingegneria Spese professione ingegnere. Attività quanto mi costi?

    Scarico a parete: scaricare i fumi a parete sempre sconsigliato

    Energia Enea. Alta tecnologia per il reattore DTT a Frascati UNI EN dispositivi antisismici.

    Intervista con uno degli autori della norma Pavimento antitrauma: come sceglierlo. Ciclo di incontri da non perdere alle GIC.

    Progetto di sopraelevazione hotel New Delhi.

    Join the conversation

    Dettagli costruttivi e soluzioni Tecnostrutture. Dl Semplificazioni.

    Quali novità previste in campo edilizio? Micropali precaricati: la sicurezza di una struttura parte dalle fondazioni. Dopo il 31 Agosto lo scarico di tutti i nuovi impianti termici deve andare a tetto tramite apposite canne fumarie sia che si tratti di edifici mono che plurifamiliari.

    E' opportuno precisare che nel caso di distacco da un impianto centralizzato dopo il 31 Agosto è sempre necessario lo scarico in canna fumaria fino al tetto in quanto si tratta di nuova installazione e non di sostituzione in impianto preesistente.

    Tutti i comuni italiani debbono adeguare i propri regolamenti locali alla presente normativa. Si ricorda infine che è possibile installare caldaie convenzionali a camera aperta classe B1 soltanto se disponibile uno scarico fumi in canne collettive ramificate CCR come ad esempio in condomini o unità abitatitive plurifamiliari.

    Regolamento recante norme per la progettazione, l'installazione, l'esercizio e la manutenzione degli impianti termici degli edifici ai fini del contenimento dei consumi di energia, in attuazione dell'art. Gli impianti termici installati successivamente al 31 agosto devono essere collegati ad appositi camini, canne fumarie o sistemi di evacuazione dei prodotti della combustione, con sbocco sopra il tetto dell'edificio alla quota prescritta dalla regolamentazione tecnica vigente.

    Quando è possibile lo scarico a parete della caldaia

    E' possibile derogare a quanto stabilito dal comma 9 nei casi in cui:. Per accedere alle deroghe previste dal comma 9-bis è obbligatorio:.

    I comuni adeguano i propri regolamenti alle disposizioni di cui ai commi 9, 9-bis e 9-ter. Termoidraulica Nigrelli Oltre 30 anni di esperienza: Riscaldamento e caldaie Camini, termocamini e stufe Condizionamento e climatizzatori Materiale termoidraulico e gas.

    Competenza, esperienza e professionalità al servizio dei nostri clienti. Veniteci a trovare In pratica: Dopo il 31 Agosto lo scarico di tutti i nuovi impianti termici deve andare a tetto tramite apposite canne fumarie sia che si tratti di edifici mono che plurifamiliari.

    Il posizionamento del terminale deve effettuarsi secondo le norme UNI parte 3.


    Ultimi articoli