Trentinoappartamenti

Trentinoappartamenti

SOFTWARE MODELLO RLI SCARICARE

Posted on Author Fenrisar Posted in Software


    Software RLI. Scarica il software. Versione software: del 23/12/ Indipendentemente dal sistema operativo, per eseguire il software selezionare il link. Le procedure di controllo consentono di evidenziare, mediante appositi messaggi di errore, le anomalie o incongruenze riscontrate tra i dati contenuti nel modello. R.L.I. Contratti di locazione e affitto di immobili Agenzia delle Entrate R.L.I. Contratti di locazione e affitto di immobili R.L.I. Contratti di locazione e affitto di. Ecco come scaricare il software RLI locazioni e le istruzioni per Il modello RLI si utilizza, inoltre, per esercitare l'opzione o la revoca.

    Nome: software modello rli
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 62.33 Megabytes

    Guarda il video Denuncia Telematica Fondi Rustici In questa sezione è chiesto di indicare gli importi in Euro da trasmettere, il ruolo svolto dal Richiedente la registrazione e i dati della fornitura.

    Il responsabile della fornitura corrisponde al soggetto che autentica il file. Aderendo all'opzione della Cedolare Secca sugli affitti i soggetti interessati potranno tassare i propri canoni di locazione con un'imposta ridotta, imposta che va a sostituire quelle del regime di tassazione ordinario quindi IRPEF, Addizionali, Imposta di Registro e di Bollo.

    L'Articolo 3 del decreto legislativo del 14 Marzo , n. Guarda il video Ricevute, Bollettini e Fatture Elettroniche La finalità di questa sezione è di dare all'utente una visione rapida e completa della documentazione PDF legata alla gestione di un particolare contratto.

    I contribuenti già abilitati non hanno bisogno di chiedere una nuova abilitazione. Possono accedere al servizio telematico Fisconline tutti gli utenti, ad eccezione di quelli tenuti a presentare la dichiarazione Modello i sostituti di imposta in relazione ad un numero di soggetti superiore a Questi ultimi sono obbligati, infatti, a chiedere l'autorizzazione al servizio telematico Entratel. Per utilizzare i servizi tramite il canale Fisconline è necessario innanzitutto: avere a disposizione l'attrezzatura informatica di base computer, modem, stampante ; ottenere il codice Pin, cioè un codice segreto personale di accesso al sistema.

    Software RLI locazioni 2017: aggiornamento versione 2.0.0

    Il codice Pin è il codice identificativo, formato da 10 cifre, di accesso ai servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate erogati mediante il servizio Fisconline. Le rimanenti 6 cifre e la password per accedere al servizio sono spedite al richiedente al domicilio conosciuto dall'Agenzia delle Entrate entro 15 giorni dalla data della richiesta. L' abilitazione al canale Entratel, invece, va richiesta presentando un'istanza, redatta su apposito modulo disponibile presso un qualsiasi ufficio o telefonando al predetto numero , alla Direzione Regionale o agli uffici locali dell'Agenzia delle Entrate territorialmente competenti.

    Guarda questo:ANIMOTICON DA SCARICA

    Una volta ottenute le abilitazioni previste, è possibile scaricare dal sito internet dell'Agenzia delle Entrate il software gratuito che consente di: compilare e trasformare in formato XML il file da inviare; il programma fornito dall'Agenzia permette di creare e stampare il testo del contratto stipulato utilizzando modelli prestabiliti che si compongono di parti fisse e di parti modificabili secondo le esigenze degli utenti; effettuare il pagamento delle imposte di registro, di bollo e di eventuali interessi e sanzioni; una volta inseriti i dati relativi al contratto, il software calcola automaticamente le imposte da versare e le propone per la conferma; successivamente, nella fase di autenticazione del file, il sistema richiede l'indicazione degli estremi del conto corrente sul quale saranno addebitate le imposte; inviare il file in tutta sicurezza.

    Per poter effettuare i versamenti on-line è necessario essere titolari di un conto corrente presso una delle banche convenzionate. L'elenco delle banche convenzionate è disponibile sul sito internet dell'Agenzia. La registrazione si considera effettuata nel giorno in cui i dati trasmessi pervengono correttamente all'Agenzia delle Entrate: quest'ultima attesta l'avvenuta registrazione di ogni singolo contratto mediante una ricevuta nella quale sono indicati, oltre ai dati trasmessi dall'utente o dall'intermediario, la data e gli estremi di registrazione.

    Modello Rli 2020: istruzioni compilazione, quali le novità?

    L'Agenzia attesta, inoltre, il pagamento delle imposte dovute in relazione alle proroghe, cessioni e risoluzioni nonché ai canoni per le annualità successive. Con ulteriore ricevuta, viene comunicato al contribuente l'esito dell'addebito eseguito dalla banca in relazione alle imposte di registro, di bollo e degli eventuali interessi e sanzioni versati telematicamente.

    Ad ogni modo, tutte le ricevute sono disponibili presso l'ufficio dell'Agenzia delle Entrate indicato nella richiesta di registrazione telematica. Gli utenti che provvedono direttamente alla registrazione telematica dei contratti di locazione sono tenuti a consegnare alle altre parti contraenti copia delle ricevute che attestano il buon esito delle operazioni di registrazione, proroga, cessione, eccetera , nonché la ricevuta che attesta l'avvenuto addebito delle imposte dovute sul conto corrente indicato.

    La registrazione tramite intermediario Nel caso in cui i contraenti decidano di ricorrere ad un intermediario per la registrazione telematica del contratto, questi, indipendentemente dalle caratteristiche del richiedente, è tenuto ad utilizzare necessariamente il servizio telematico Entratel.

    In primo luogo, l'intermediario deve rilasciare, nel momento in cui assume l'incarico, una dichiarazione debitamente datata e sottoscritta, con cui si impegna a provvedere alla registrazione e all'esecuzione dei pagamenti telematici delle imposte relative ai canoni per le annualità successive, alle proroghe, anche tacite, alle cessioni e alle risoluzioni.

    In secondo luogo, deve consegnare al contribuente che ha conferito tale incarico: due copie della ricevuta di avvenuta registrazione, ovvero della esecuzione dei pagamenti delle imposte relative ai canoni per le annualità successive, delle proroghe, anche tacite, delle cessioni, delle risoluzioni, posto che una di esse resta comunque destinata all'altra parte contraente che non ha richiesto la registrazione; una copia della ricevuta di pagamento delle imposte dovute.

    Registrazione contratti di locazione: aggiornati i software di compilazione e controllo

    La registrazione tramite delegato Un'altra modalità per registrare un contratto di locazione, a disposizione del contribuente non abilitato al servizio telematico, è quella di incaricare un soggetto delegato avente adeguata capacità tecnica, economica, finanziaria ed organizzativa.

    Il contribuente è tenuto a trasmettere una richiesta al competente ufficio dell'Agenzia delle Entrate identificandosi attraverso appositi codici presenti sul modulo per la richiesta di abilitazione al servizio Entratel. Il versamento degli importi previsti per le imposte di registro e il bollo viene effettuato tramite internet, con l'addebito sul proprio conto corrente postale o bancario.

    Per procedere con la registrazione dei contratti di locazione è necessario entrare nel sito dell'Agenzia e utilizzare i servizi telematici. Qui si potrà scaricare su computer il modello previsto per l'RLI, compilarlo, allegargli il file contenente il contratto e, infine, inviare il tutto. Il servizio online permette la scelta tra due modalità - scaricare il programma e installarlo nel proprio computer - utilizzare il software online, tramite internet in questo caso non è necessario installare sul pc.

    Durante la compilazione dell'RLI vengono richieste alcune informazioni relative al contratto: i dati generali l'ufficio territoriale, la tipologia del contratto, la durata del contratto, il numero di pagine e il numero di copie, la data della stipula, importo del canone i dati dei soggetti informazioni su locatore e conduttore, il codice fiscale, la ragione sociale, se si è soggetti a Iva, nome, cognome Al modulo RLI si devono allegare tutti i documenti e la copia del contratto in questione, ovviamente firmata.

    Come si inviano gli allegati? Per questa operazione è necessario uno scanner. Infatti solo con la scansione dei documenti è possibile ottenere i file vanno bene i formati PDF e TIF in formato digitale da poter poi inviare.

    Esiste poi un tipo di registrazione "semplificata", utilizzabile in determinati casi, che non prevede l'invio della copia contratto: locazione ad uso abitativo con massimo tre locatori, tre conduttori e relativa ad un'unica abitazione con massimo tre pertinenze. Il programma dell'Agenzia delle Entrate per l'RLI è anche in grado di calcolare le imposte di registro relative al contratto, segnalando gli importi da pagare compresa l'imposta di bollo ed eventuali sanzioni e interessi.


    Ultimi articoli